LA STORIA DI MARA

 Mara Silvestri

È sempre affascinante capire come la nostra vita spesso possa sembrare una serie di porte da poter aprire per svelare i nostri talenti, migliorare e migliorarci,  tante porte quanto la capacità che abbiamo di ricordarci chi siamo

Conosci te stesso come si diceva con sacralità nell’antica Grecia e ancora  “Diventa ciò che sei”(Pindaro)

In fondo ogni crisi che attraversiamo rappresenta la chiave che abbiamo per poter accedere o meno a quella porta, a quella conoscenza, al quel sentire autentico della nostra storia 

Questa è la storia di come il Playback Theatre è entrato nel cuore e nella vita di Mara, Founder di Meta Morfosi Bologna e di come ogni passo compiuto verso il riconoscimento della crisi come Opportunità rappresenti il Sentiero per un Sentire nuovo e completo 

Forse il più importante momento in cui il Playback Theatre è arrivato a creare il giusto spazio nella sua vita è stato quando come per molte persone in cammino, capita di smarrire il filo e di non sapere più come confrontarsi con ciò che più ci spaventa 

A volte quando accade rimaniamo semplicemente così, come sospesi, in attesa che qualcosa ci indichi il passo successivo per non implodere, ma si sa che nessuno e nessuna cosa può cambiare senza che lo si voglia intimamente e con profonda verità 

Allora ecco che la vita fa accadere quegli stupori, quel fiorire del proprio sé che Jung chiamava Sincronicità

Il come che incontra il chi e il cosa

E per Mara questo Riconoscimento avviene durante un viaggio in un meeting internazionale di formazione, in cui accolta dallo sguardo presente di due formatrici internazionali di Playback Theatre fra cui Aviva, dà vita come Narratrice alla sua storia al suo vissuto e fa parlare il suo disagio

Nel momento della restituzione della suo racconto però Mara sente che dentro di lei ancora non avviene nulla di così trasformativo tale da farle prendere contatto con l’essenza profonda della sua emozione 

Ecco però, che come in tutti gli Spazi liminali e di Luce, una Guida capace è colui//colei che sa ascoltare e partecipare con tutto se stesso al sentire dell’Umanità condivisa

È così fa Aviva quella volta, che come di solito non accade nel Playback Theatre, chiede ai performers di rifare la scena, mentre inizia a suonare con un’armonica a bocca 

Un attore si volta di spalle e se ne va 

Un gesto semplice, unico, che apre e respira di senso e vita 

Accade in Mara che quel gesto rappresenti l’agnizione tanto attesa, il riconoscimento e l’accettazione integrata di ciò che cercava

La Bellezza del Playback Theatre si chiama Emozione, Scoperta, Condivisione e Integrazione

E per Mara da quel momento anche  la comprensione di un senso in più, quello della propria Missione che  come Conduttrice non dimentica mai l’importanza di essere stata lei stessa Narratrice di storie 

Così ci si ricorda sempre che si è parte di un processo di Unione, di quell’essere Insieme in cui non c’è distanza ma Co-creando, si partecipa tutti al processo della Consapevolezza 

Prossimi meeting internazionali di formazione in arrivo Bologna 

Per corsi e percorsi di Playback da febbraio//marzo a Bologna 

www.meta-morfosi.it

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

️Whatsapp:Cell. 333 219 5688

#metamorfosi

#playbacktheatrebologna

Facebook Twitter Google+ Pinterest