Il Playback Theatre

L'associazione di promozione sociale Meta Morfosi gestisce la sede di Bologna della Scuola Italiana di Playback Theatre e propone percorsi formativi di Playback Theatre, una tecnica di improvvisazione teatrale che nasce nella metà degli anni ’70 negli Stati Uniti d’America, da un’idea di Jonathan Fox. Tale metodologia innovativa è molto versatile e risulta efficace in differenti contesti, poiché si presta a numerosi applicazioni in ambito artistico, educativo, formativo e psicosociale.

L’offerta della Scuola Italiana di Playback Theatre è modulare, si compone cioè di diversi moduli teorico-pratici che associati creano percorsi formativi qualificanti e professionalizzanti.

Che cosa è il teatro di Playback

Il Playback Theatre nasce come una delle forme sperimentali delle esplorazioni teatrali degli anni settanta che cercavano di coinvolgere il pubblico e di portare il teatro più vicino alla realtà quotidiana. Per fare questo Jonathan Fox ha unito lo storytelling con le teorie sistemico relazionali e i metodi attivi. Da allora Il Playback Theatre si è diffuso in tutto il mondo con compagnie e praticanti, è praticato in oltre 30 paesi. Può essere utilizzato in piccoli e grandi gruppi, nell’ambito di performance teatrali, in progetti specifici per lo sviluppo e condivisione di una tematica o per lo sviluppo di una comunità e di una rete collaborativa,  all’interno di laboratori per la crescita personale.

Il teatro è riconosciuto ormai da anni come strumento terapeutico; nel Playback Theatre questo aspetto è ancora più evidente per l’indispensabile sviluppo dell’ascolto profondo, della spontaneità e della creatività che richiede  questo tipo d’improvvisazione

Per fare Playback Theatre sono necessari un conduttore, uno staff di attori, un musicista e un pubblico che verrà coinvolto nella narrazione!

Il conduttore coinvolge il pubblico e attraverso la capacità degli attori e dei musicisti, si traduce in azione scenica gli spunti e le storie narrate dal pubblico. 

Gli attori rappresentano l'emozione racchiusa in ogni frammento di vita. L'obiettivo è di "dare dignità alla storia" di ognuno e grazie al racconto far rivivere l'emozione sia a chi ha raccontano che agli altri partecipanti. 

I Corsi di Playback Theatre organizzati e promossi da Meta Morfosi sono certificati dalla Scuola Italiana di Playback Theatre (una delle 12 al mondo e la prima in Europa il cui Staff è costituito da docenti qualificati e da Trainers internazionali riconosciuti dal Center for Playback Theatre di New York).

Questi corsi sono presenti a livello terrioriale italiano in 3 sedi operative: Bologna, Torino e Trieste. Meta Morfosi si occupa dei corsi con certificazione SIPT  a Bologna.

L’offerta dei percorsi è modulare, si compone cioè di diversi moduli teorico-pratici che associati creano percorsi formativi qualificanti e professionalizzanti e con riconoscimento internazionale. 

La Scuola italiana si è da sempre interfacciata con la rete internazionale, scambiando e intrecciando la cultura e l’esperienza italiana con quella di altri paesi, invitando per formazioni specifiche Trainer da tutto il mondo con la supervisione diretta con i fondatori.

Jonathan Fox, geniale ideatore del metodo, non ha mai smesso di confrontarsi e di fare ricerca in questi anni; è stato ospite numerose volte in Italia, portando i suoi studi e la sua esperienza internazionale con il desiderio di creare dialogo e rete nelle comunità.

Chi è il protagonista del teatro di Playback?

Il pubblico è il protagonista dell’evento, in particolare: condivide i vissuti legati al tema proposto; riflette sui diversi punti di vista a cui la scena dà forma e voce; si rispecchia e matura auto-consapevolezza; si sente riconosciuto dall’organizzazione; comprende meglio il quadro di insieme (Dotti L., “Storie di vita in scena”, Ananke, TO, 2006)

Il teatro di Playback, pur essendo una forma di teatro d’improvvisazione, segue un metodo rigoroso, basato sulla conoscenza di precise tecniche, che non lascia spazio all’approssimazione: l’improvvisazione non riguarda pertanto l’esecuzione formale, ma le libere associazioni che le storie producono nella mente degli attori sulla scia dei propri ricordi e che vengono trasformate in azioni sceniche.

Dove può essere messo in scena il Teatro di Playback?

Dove esiste una comunità di persone.

La flessibilità del Playback Theatre consente un alto livello di adattabilità rispetto a bisogni specifici dei gruppi. Il Playback Theatre è uno strumento duttile per facilitare lo sviluppo della spontaneità e dell'espressività, della capacità comunicativa, dell'uso del corpo. Possono essere realizzati PERFORMANCE e LABORATORI  di P.B.T. per AZIENDE, SERVIZI SOCIALI, EDUCATIVI, TEATRI, OSPEDALI, COMUNITA’

Contesti di cambiamento sociale
Per ricostruire la memoria collettiva
Per il confronto su temi sociali e politici
Per la prevenzione del disagio
Per la promozione della salute

Contesti aziendali
Per elaborare fasi di cambiamento organizzativo
Per la condivisione e il confronto su temi specifici
Per la individuazione di nuovi orientamenti

Contesti educativi
Per sviluppare nuove competenze tecniche e relazionali
Per aumentare la consapevolezza individuale e collettiva
Per riconoscere il valore del punto di vista altrui

Contesti terapeutici
Per favorire il cambiamento e la sperimentazione di nuovi ruoli

Eventi Comunitari
Per individuare temi comuni
Per ritrovare senso comunitario

Performance pubbliche
Per dare dignità alle storie personali
Per creare spirito comunitario

Facebook Twitter Google+ Pinterest